in

Non mi fai del bene, per questo mi allontano da te

Mi allontano da te perché non fai del bene alla mia mente e al mio cuore, perché ferisci la mia anima e questo non mi piace. Ti lascio andare e ti auguro il meglio, perché non voglio diventare rancorosa, non voglio che la mia volontà affoghi in sentimenti per me dannosi.

Credevo che fossi un amico, un buon compagno, un bell’amore o un bravo collega … Ma alla fine, con il passare del tempo e lo scandire dei giorni, ho sentito che portavi solo negatività nella mia vita, mentre io mi apprezzo, mi stimo, mi amo. Non voglio, non devo e non posso continuare ad adularti come un giovane servitore fa con il suo despota.

Perché a questo punto ho capito che non mi interessa cosa pensano di me, l’unica cosa che mi importa è stare bene con me stessa senza far del male a nessuno. Per questo mi allontano un passo alla volta, senza discussioni, senza litigi, senza malintesi. Segui il tuo cammino e io seguirò il mio; le nostre strade si sono divise.

Ti rispetterò sempre, perché il rispetto fa parte dei miei valori di vita. Non mi servirebbe a nulla portarti rancore, non farebbe altro che indurire e inasprire la mia anima.

Non mi piacciono le guerre, le lotte, le armi: c’è sempre qualcuno che ne esce ferito. Se me ne vado, resto in pace con me stessa, mi sento più felice, sento che la mia anima è pulita, senza rancori.

Voglio attorniarmi solo di cose che mi regalano felicità. Non voglio fare nulla “perché obbligata”: d’ora in poi, l’unico obbligo che darò a me stessa sarà quello di essere felice!

Come capire di stare con una persona tossica?

  1. Vi sentite a disagio;
  2. La persona fa spesso commenti taglienti su di voi o sugli altri;
  3. Vuole sempre apparire come “la migliore”;
  4. Ama ridicolizzare o sminuire i più deboli;
  5. Non sa dare consigli agli altri né sa ascoltare, gli unici problemi che le interessano sono i suoi;
  6. Non si rallegra per le belle cose che succedono agli altri;
  7. Tende a manipolare;
  8. Vuole sempre essere al centro dell’attenzione;
  9. Non mantiene segreti né promesse;
  10. Ce n’è di vari tipi: disfattisti, malinconici, depressi, negativi, cinici, pettegoli, catastrofisti, invidiosi, autoritari, colpevolizzanti, egoisti o, addirittura, un’unica persona può riunire molti di questi aspetti insieme.

Come comportarsi con le persone tossiche?

Basate la vostra sicurezza sull’idea che possono farvi del male solo se glielo permettete.

Mantenete le distanze da loro o, addirittura, rompete il legame.

Non lasciatevi influenzare dalla loro negatività. Se partite per un viaggio, vi racconteranno le cose brutte che vi possono succedere; se iniziate un nuovo lavoro, vi diranno che è una scelta sbagliata. Non fatevi catturare dalla loro consueta spirale di negatività.

Cercate di conoscere nuove persone che vi facciano avere di nuovo fiducia negli esseri umani, siate positivi al riguardo.

Evitate le discussioni e i rancori, perché non faranno altro che crearvi malessere.

Non permettete loro di invadere i vostri pensieri, cercate di essere consapevoli del momento in cui la vostra mente viene occupata e dite “basta”. Fate silenziosamente scivolare via queste riflessioni spiacevoli.

Non date loro troppa importanza e fate uso dell’ironia, un ottimo alleato in questo caso.

Imparate che, nel corso della vita, incontrerete molte persone di questo tipo: sul lavoro, in famiglia, in un gruppo di amici, ecc. Non lasciatevi influenzare!

La mente è meravigliosa

Illustrazioni di Pascal Campion

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il senso di colpa di chi mette fine ad un rapporto

La mia pace interiore non è negoziabile