in

Nankurunaisa: la chiave di tutto!

La parola nankurunaisa ha raggiunto una certa popolarità in quanto agisce come un mantra. Questa parola ha origine nell’antico Giappone. In principio, il significato che esprimeva era questo: “Non dimenticare mai chi sei e vivi per l’oggi e per il domani, non dimenticare mai di sorridere. Per quanto terribile sia stata la tua giornata, ricorda che domani il sole ti riceverà con un grande sorriso, fai altrettanto”.

Con il passare del tempo, questo ampio significato fu sintetizzato. Fu anche limato per esprimere sia un desiderio sia un’azione. Attualmente il suo significato è: “Con il tempo tutto s’aggiusta”. È un bel messaggio, dal grande potenziale.

Gli antenati giapponesi usavano la parola nankurunaisa per evocare tutto il bello della vita. Pronunciavano questo termine con frequenza e praticamente in ogni occasione. Sentivano che il solo pronunciarlo portava loro pace interiore e fiducia nell’avvenire.

La chiave di tutto?

Nankurunaisa è un modo per dire “tutto andrà bene”. Per questo, molti la considerano la chiave di tutto. Hanno ragione a pensarlo. Ebbene sì, la fiducia in ciò che sta per arrivare è una forza gigantesca che ci aiuta ad andare avanti. Ciò vale soprattutto per i momenti difficili in cui abbiamo la sensazione che non esista via d’uscita.

La fiducia è ciò che ci aiuta a persistere. Se non credessimo che alla fine tutto andrà bene, forse getteremmo la spugna di fronte a ogni nuova impresa, ogni volta che ci troviamo davanti a un ostacolo oppure una barriera che, in apparenza, ci impedisce di continuare. Se c’è fiducia, è possibile riunire le forze necessarie per far fronte a quelle difficoltà che sembrano insormontabili.

La parola nankurunaisa ci trasmette tutto ciò. Ci dice di accettare la saggezza del tempo. Di capire che se perseveriamo, il tempo stesso si occuperà di alleggerire le fatiche. Basta solo lasciare che le cose fluiscano e riporre un po’ di fiducia nelle azioni che realizziamo affinché la situazione cambi.

La mente è meravigliosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Che cosa guardano le donne?

Non mi arrabbio più: guardo, penso e se devo mi allontano